Ottime condizioni per un'annata promettente

L’annata vinicola 2020 è iniziata con condizioni ottimali. Dopo un inverno nevoso, il germogliamento è iniziato relativamente presto. Già il 10 aprile, abbiamo osservato i primi germogli sui siti esposti al sole intorno al monastero, 10 giorni prima della media degli anni precedenti. Grazie a una primavera mite, non ci sono stati problemi di gelate primaverili.

Anche l’estate si è presentata con il suo lato migliore, le temperature sono state medie, non ci sono stati eventi meteorologici estremi e anche le precipitazioni sono rientrate nella media. La vendemmia è iniziata anch’essa con 10 giorni di anticipo, il 14 settembre. Purtroppo l’autunno è stato un po’ più piovoso e quindi anche le variazioni di temperatura tra il giorno e la notte sono state conseguentemente più basse del solito. Per poter raccogliere quindi delle uve sane, sono state anticipate le date della raccolta e la vendemmia si è conclusa già a metà ottobre.

I vini di questa annata si mostrano quindi coerenti all’andamento climatico: delicati, freschi e fruttati, con alcol moderato e acidità accattivante, simili all’annata 2019.

Dati meteorologici 2020:
Precipitazioni: 1025.40 mm
Temperatura media durante il ciclo vegetativo (aprile – settembre): 17,13°C
Temperatura massima: 35.2°C (01/08/2020)
Temperatura minima: -8,1°C (31/12/2020)

Media a lungo termine:
Precipitazioni: 670.90mm
Temperatura massima: 40,0°C (05.08.1994)
Temperatura minima: -19,0°C (07.01.1985)