I vini bianchi vengono da Novacella …

I vigneti della conca di Bressanone sono i settentrionali d’Italia, essi si estendono dai 600 ai 900 metri s.l.m. Coltivare la vite in questa zona estrema è possibile soltanto nelle esposizioni migliori.

Per questo motivo, i vigneti intorno a Novacella, sono principalmente esposti a sud e a sudovest, è necessaria inoltre, per ottenere buoni risultati, una precisa armonizzazione tra la varietĂ  dei vitigni e le micro esposizioni. Se questa combinazione di fattori pedoclimatici e varietĂ  riesce, le forti escursioni termiche tra giorno e notte, e i magri terreni ciottolosi-sabbiosi, – morenici di origine glaciale – favoriscono la maturazione di uve che daranno vini con intensi aromi fruttati, con aciditĂ  e mineralitĂ  caratteristiche della zona. I vitigni tipici, come ad esempio Sylvaner, MĂĽller Thurgau, Kerner e Riesling, sono testimoni della loro origine alpina.

… i vini rossi da Cornaiano e Bolzano.

Per i vitigni rossi la zona di Bressanone è troppo fredda, essi provengono infatti dai vigneti di proprietà dell’Abbazia che si trovano a Cornaiano e Bolzano.
Il podere Marklhof, a Cornaiano, è situato su un colle ad un’altitudine di 420 m s.l.m., inondato dal sole, ben ventilato e di natura morenico-ghiaiosa, molto adatto alle varietà come la Schiava, Pinot Nero e Moscato Rosa. La calda conca di Bolzano, posta a 250 ms.l.m., con terreni sabbioso-limosi è l’ideale per ottenere un Lagrein ben strutturato.

Sia le varietĂ  di uve bianche a Novacella che quelle rosse a Cornaiano e a Bolzano vengono coltivate secondo precise regole e vendemmiate nel momento ideale di maturazione. In cantina cerchiamo con grande attenzione di mantenere il carattere tipico del terroir delle diverse varietĂ , per produrre vini tipici, di carattere e longevi.

Facebook