I tesori perduti di Novacella – Mostra temporanea, museo abbaziale di Novacella

Tra Budapest e New York. I tesori perduti di Novacella Mostra temporanea, museo abbaziale di Novacella, 17 luglio – 31 ottobre 2021 Sono stati sottratti o venduti, ma ora stanno tornando al loro luogo d’origine sotto forma di cortometraggi e pannelli espositivi: sin dall’epoca della dominazione bavarese in Tirolo intorno al 1810, innumerevoli beni d’interesse artistico culturale dell’Abbazia di Novacella sono andati ad arricchire musei e collezioni in diverse parti del mondo. Molti beni di notevole rilievo, tra cui dipinti su tavola d’epoca tardogotica, sculture barocche in avorio, manoscritti e vecchi libri a stampa, si trovano ancora oggi a Monaco di Baviera e Innsbruck. Altri oggetti giunsero persino in Ungheria e negli Stati Uniti. Nell’ambito dell’anno museale dell’Euregio 2021, all’insegna del motto “trasporto, transito, mobilità”, il museo abbaziale presenta una rappresentativa selezione dei “tesori perduti di Novacella” raccontandone la mutevole... read more

Scoprire e sperimentare

Cercare e poi trovare, esplorare e quindi scoprire. Vi presentiamo la nuova impostazione del museo abbaziale , che ripartirá da questi presupposti per regalare al visitatore una visione d’insieme che abbraccerá storia dell’ arte, fondazione dell’abbazia ; e non mancherá uno sguardo alla vita di tutti i giorni. La storia del monastero è ricca di fatti documentati nelle cronache, aneddoti, nonché di oggetti preziosi e opere d’arte che da quarant’anni vengono raccontate nel museo e rese così accessibili al grande pubblico. È tempo tuttavia, di offrire un nuovo e più libero approccio ai nostri ospiti, uno slancio interessante che si cela dietro le antiche mura . Il visitatore diverrá in prima persona scopritore della basilica, delle stanze museali, nonché della splendida biblioteca; perché per la prima volta nella nostra storia, il tutto sará fruibile anche senza visita guidata. Abbiamo scelto... read more

Vittorio Sgarbi all’Abbazia di Novacella

Il noto critico e storico dell’ arte, nonché politico, riscopre l’ Alto Adige e le sue bellezze artistico-culturali , fra cui anche la nostra Abbazia, in compagnia dell’ assessore provinciale Massimo Bessone. Durante la visita guidata, Sgarbi è apparso molto interessato alla nostra storia, opere d’ arte, ma anche all’ organizzazione stessa del monastero . Oltre alla pinacoteca e la biblioteca, lo abbiamo accompagnato anche in basilica, di cui ha lodato la singolare e rara eleganza. Anche i nostri paliotti o antependi hanno attirato la sua curiosità, insieme all’ altare di Santa Barbara esposto nella Pinacoteca. Al termine della visita storica con l’ abate in carica Eduard Fischnaller, l’amministratore delegato Fabian Schenk, ed il politico trentino Franco Panizza, abbiamo ritenuto di terminare „in bellezza“ con una degustazione guidata dei nostri vini nella mescita abbaziale. Piccola curiosità che vogliamo interpretare come... read more