Annata 2021

Il 2021 si è annunciato subito con molta neve; in particolare il mese di dicembre abbiamo avuto ingenti precipitazioni che, unitamente alle basse temperature, hanno portato, durante tutta la durata dell’inverno, al persistere di un compatto manto nevoso intorno all’Abbazia. Anche marzo e aprile sono stati freddi, il che ha ritardato il germogliamento e ha fatto sì che il pesante periodo di gelo tra il 10 e il 20 aprile potesse essere superato senza danni. A fine mese abbiamo assistito al risveglio vegetativo delle viti; seppur frenato dal persistere di temperature fresche anche nel mese di maggio. La fioritura è iniziata solo nella seconda metà di giugno e quindi circa 2 settimane dopo la media. Giugno e luglio sono stati più umidi e più caldi della media, il che ha significato grandi sfide da superare in campo. Ci sono state... read more

Annata 2020

L’annata vinicola 2020 è iniziata con condizioni ottimali. Dopo un inverno nevoso, il germogliamento è iniziato relativamente presto. Già il 10 aprile, abbiamo osservato i primi germogli sui siti esposti al sole intorno al monastero, 10 giorni prima della media degli anni precedenti. Grazie a una primavera mite, non ci sono stati problemi di gelate primaverili. Anche l’estate si è presentata con il suo lato migliore, le temperature sono state medie, non ci sono stati eventi meteorologici estremi e anche le precipitazioni sono rientrate nella media. La vendemmia è iniziata anch’essa con 10 giorni di anticipo, il 14 settembre. Purtroppo l’autunno è stato un po’ più piovoso e quindi anche le variazioni di temperatura tra il giorno e la notte sono state conseguentemente più basse del solito. Per poter raccogliere quindi delle uve sane, sono state anticipate le date della... read more

Condizioni climatiche e pronostici per la vendemmia 2020

Quest’ anno il ciclo vegetativo e’ iniziato relativamente presto . Nonostante le abbondanti nevicate invernali sulle montagne , le temperature miti di marzo ed aprile hanno favorito un germogliamento anticipato di 10 giorni rispetto alla media stagionale . Intorno al 10 aprile, abbiamo potuto osservare i primi germogli nei siti meglio soleggiati circondanti il monastero. La settimana successiva, i suddetti germogli erano gia’ presenti nella gran parte del vigneto. Grazie al clima mite della seconda metà di aprile, si e’ potuto scongiurare il pericolo delle gelate primaverili. Sia la primavera che l’ estate, si sono rivelate mediamente calde, con precipitazioni adeguate, che ci hanno permesso di arginare anche la minaccia delle malattie della vite. Attualmente il vigneto si presenta in buone condizioni di salute; ; le quantità che ci aspettiamo corrispondono alla meta che ci eravamo prefissati, in relazione al... read more